trasporti e associazioni

Esistono diverse associazioni italiane che si occupano di podenco e levrieri spagnoli. Quasi tutte si affidano a ditte specializzate nel trasporto via terra (via aereo solo in casi particolari dato i costi). Anche noi ci avvaliamo di professionisti. Utilizziamo trasportatori con mezzi in regola con le leggi europee e che hanno ottima cura degli animali durante il viaggio. La professionalità è costosa e quando economica spesso utilizza mezzi non idonei, igienicamente insufficienti e di conseguenza sono persone che non hanno nessuna propensione per gli animali stessi.
Raccomandiamo di diffidare di costi troppo bassi, in quanto la somma non coprirebbe le spese di manutenzione, gestione del mezzo e recupero spese. Chiedete sempre informazioni, foto e video recenti dei mezzi (con animali dentro), immagini delle partenze o arrivi. Controllate il rispetto delle norme igienico-sanitarie, della presenza di sistemi di condizionamento dell'aria e valvole di aerazione, luci notturne, pulizia degli ambienti. I mezzi devono tutti avere box/gabbie in metallo ed in sicurezza per legge per i trasporti a lungo termine. Queste raccomandazioni valgono anche per trasporti all'interno del nostro paese, le cosiddette "staffette". In fondo alla pagina alcuni articoli di denuncia.
Le foto di seguito mostrano come dovrebbe essere un mezzo idoneo al trasporto di animali ( Rif.to www.vallivan.it ).

Link utili

E' un argomento molto vasto e delicato, cercheremo di sintetizzare il nostro pensiero. Associazioni animaliste in Italia ce ne sono tantissime. Che si occupano di levrieri aumentano di anno in anno, senza considerare semplici volontari che operano senza supporto. Le principali si trovano al Nord Italia e qualcuna al Centro. Un'associazione opera per mezzo dei suoi soci e volontari simpatizzanti, il supporto economico deriva dalle donazioni, quote associative, vendita di gadget, eventi dedicati. Alcune italiane hanno convenzioni con la Regione o con i Comuni. Potrebbero usufruire di rifugi, averne la gestione oppure utilizzare strutture ASL o altri tipi di strutture/concessioni. Ci sono associazioni con pochi soci e poco conosciute ed altre hanno un notevole operato garantito da un apparato pubblicitario considerevole. Ma sia piccole che grandi quello che conta è il modo di contribuire negli aiuti verso questi cani ed il tipo di gestione dell'associazione stessa. Spesso l'immagine è relamente un messaggio di speranza che invita a contribuire, ma l'utilizzo del contributo soprattutto se in denaro non è sempre utilizzato al meglio a discapito di chi ha bisogno. Purtroppo non poche volte accade che da piccoli si cresce, si diventa importanti ed allora i pensieri si rivolgono soprattutto a non perdere questa posizione dedicando molte forze più all'apparire, all'acquisto sconsiderato di gadgets, magliette ed oggetti personalizzati, a creare eventi su eventi, utilizzando il denaro donato più per queste cose che per aiutare fattivamente, a collaborare con altre associazioni senza informarsi a fondo. Si perde coscienza del vero scopo per cui si è iniziato, si pensa alla quantità, si bada più a parlare di numeri, quanti ne ho salvati, quanti famiglie ho trovato, ecc.. Le persone che non conoscono bene questo mondo e le realtà che ci sono dietro credono e si affidano la maggior parte delle volte ai grandi nomi, si sentono importanti e felici di contribuire, più volte di quanto possiamo immaginare si trasformano anche in fanatici che davanti a fatti evidenti negativi continuano a non vedere ciò che accade realmente.
Le associazioni sono fatte di persone e nascono per il loro desiderio di far qualcosa di buono, aiutare solo perchè delle creature smettano di soffrire, trovino famiglia, una vita serena. Certe volte siamo soci di una piuttosto che di un'altra per una conoscenza, una segnalazione di un amico, un caso. Non indaghiamo, non chiediamo pensando che ciò che sappiamo ci basta, ci fidiamo di quell'amico, conoscente o della situazione a cui magari abbiamo assistito. Più un'associazione è formata da molti soci o collaboratori e più io conisglio di chiedere, domandare, sapere. Il troppo è come il mancante, nulla di buono. Ed è raro che un gruppo numeroso sia affiatato o creda fermamente negli stessi ideali. Inoltre ogni associazione dovrebbe essere trasparente sulle sue collaborazioni, sui volontari a cui si affida, sul luogo dove vengono tenuti gli animali da aiutare, dovrebbe sempre indicare o quantomeno rispondere a chi chiede, dando la possibilità di verificare il proprio lavoro. Dobbiamo pensare che la base dei rapporti è la fiducia, quindi una mancata risposta è una base di partenza alquanto negativa. E se una risposta non potesse essere data l'importante è avere una spiegazione plausibile, esempio potrebbe essere l'ubicazione di un cane tenuto in condizioni precarie da persona poco raccomandabile ed interventi esterni potrebbero comprometterne il recupero (cosa non rara).
Queste parole riguardano tutte le associazioni, sia italiane che straniere. Molte persone comuni navigando in internet incontrano appelli struggenti e vorrebbero far qualcosa. Raccomando sempre di non fidarsi a prima vista, dietro l'immagine possono trovarsi personaggi in cerca solo di denaro. A chi si avvicina a questo mondo per la prima volta o che lo conosce da lontano come in ogni cosa bisogna che sia cosciente di cosa vuol fare e prima di tutto sapere dove stia andando, con chi, perchè. Più risposte abbiamo e più possiamo darne a sua volta. Non è detto che incontreremo solo persone buone, non è detto che la nostra fiducia non verrà tradita, ma almeno abbiamo fatto del nostro meglio per evitarlo. Non potete immaginare quanto lucro e cattiveria vengono usati sfruttando gli animali.
Anche noi abbiamo avuto le nostre disavventure oppure fra le nostre amicizie c'è qualcuno che non merita, ma continuiamo credendo nei nostri principi. La persona singola è quella che conta, che può cambiare tutto, ma il gruppo ha un potere enorme su molti. Associazioni fatte da buone persone ce ne sono, che ci rimettono quasi sempre, che ogni giorno lavorano e dedicano gran parte del proprio tempo a loro e non hanno altri interessi se non quello di vedere i nostri amici finalmente sereni. Noi consigliamo soltanto di stare attenti e non essere troppo fiduciosi.